PIANOFORTE

Ti vedo nella sala insieme ad altri mobili inanimati,
chi ti vede la prima volta,
può pensare che tu
sia solo un semplice oggetto di bellezza,    pianoforte
fatto di legno pregiato
immobile,
inanimato.
Solo io so che tu sei vivo,
hai un’anima!
Ti sento palpitare,
e quando siamo soli suoni per me,
e quando ne ho voglia
suono io qualcosa per te,
tante sono le tue dita,
bianche e nere.
Per ogni sonata uno stato d’animo.
Io e te lo sappiamo,
la musica può consolare l’animo delle persone,
la musica,
può calmare l’animo più agitato.
Vivere per la musica,
ci rende meno fragili,
ci fa vivere in eterno.
Tu sicuramente potrai vivere in eterno,
io invece un giorno
dovrò lasciarti amico mio,
ma quando la sorte,
ti farà incontrare un’altra come me,
che riesce a percepire la tua anima,
tu parlale di me,
parlale di quanto ho sofferto,
parlale di quando mi consolavi,
parlale dei miei pensieri,
parlale dei miei silenzi,
…parlale di me!

Reyes De La Rosa Nicole 3B

 

SAN GIUSEPPE

Oh com’è bello il mio quartiere
gremito di visi, colori e odori
questi sono i valori
che a qualcuno dovrò insegnare
per far care
le doti di tolleranza,
il pensiero che non esiste razza.
E’ questo che voglio donare
un luogo multietnico per sognare
e sperare,
è questo che voglio insegnare
a chi non sa amare
non aver paura del diverso
perché tanto è nel nostro universo.
Quindi nei colori di San Giuseppe puoi imparare
come è bello amare, donare e relazionare
con persone di tutti i colori,
fra cui ci sono anche le migliori.
Oh come è bello, come è bello
vivere in un quartiere come quello.

Valerio Pellegrini 3B